DARE, ANCHE QUANDO CIÒ CHE SI HA È POCO - Go as a river
Prendiamoci un momento per noi. Facciamo un bel respiro e contattiamo quella generosità che abita i nostri cuori. È lì per essere coltivata, possiamo iniziare in qualunque momento. Riusciamo a sentirla?
generosità
51361
post-template-default,single,single-post,postid-51361,single-format-standard,cookies-not-set,eltd-core-1.0.3,ajax_fade,page_not_loaded,boxed,borderland-ver-1.17, vertical_menu_with_scroll,smooth_scroll,,grid_1300,wpb-js-composer js-comp-ver-5.6,vc_responsive

DARE, ANCHE QUANDO CIÒ CHE SI HA È POCO

Siete disposti a dimenticare quel che avete fatto per gli altri
e a ricordare quel che gli altri hanno fatto per voi?
A ignorare quel che il mondo vi deve
e a pensare a ciò che voi dovete al mondo?
Ad accorgervi che i vostri simili esistono come voi,
e a cercare di guardare dietro i volti
per vedere il cuore avido di gioia?
A capire che probabilmente
la sola ragione della vostra esistenza
non è ciò che voi avrete dalla vita,
ma ciò che darete alla vita?
A non lamentarvi per come va l’universo
e a cercare intorno a voi
un luogo in cui potrete seminare
qualche granello di felicità?
Siete disposti a fare queste cose
sia pure per un giorno solo?
Allora per voi Natale durerà per tutto l’anno.

 

~ Henry Van Dyke

 

Qualche giorno fa mi sono imbattuta in questa bellissima poesia, condivisa in rete da Cuore Mindful.

 

Mi è arrivata dritta al cuore, in un momento dell’anno in cui c’è un certo richiamo alla generosità, ma trasportati dalla fretta e dall’abitudine spesso perdiamo contatto con il significato profondo di questa qualità.

 

Fermiamoci un attimo. Siamo in tempo con le scadenze prima della pausa lavorativa, ci siamo ricordati di attivare l’auto-reply, i pacchetti sono sotto l’albero, abbiamo pensato al menu delle feste e dedicato un pensiero o un augurio proprio a tutti.

 

Prendiamoci un momento per noi. Facciamo un bel respiro e contattiamo quella generosità che abita i nostri cuori. È lì per essere coltivata, possiamo iniziare in qualunque momento. Riusciamo a sentirla?

 

La generosità è alla base di tutte le altre virtù: ci rende capaci di accogliere la gioia dell’altro, così come la sofferenza, nostra e dell’altro. Anche la gentilezza amorevole è intrisa di generosità. È una qualità che espande veramente i nostri cuori.

 

Ora, se lo vogliamo, possiamo fare un piccolo esercizio: la letterina di Natale, in cui elencare tutto ciò che desideriamo dare.

Avete capito bene. Non è la letterina che abbiamo scritto per anni da piccoli, per poi passare da adulti agli ammiccamenti di fronte alle vetrine che espongono ciò che vorremmo ricevere.

 

È una letterina controcorrente. Cosa possiamo generosamente offrire a noi stessi e al mondo, questo Natale?

 

A volte l’idea di non avere abbastanza ci limita nel lasciare spazio alla generosità interiore che possiamo altrimenti esprimere. Ma anche quando pensiamo di avere poco, la verità è che abbiamo sempre molto da dare.

 

Generosità è vedere e riconoscere l’altro e praticare un vero ascolto, è dare il dono della nostra presenza, è la capacità di osservare la nostra tendenza a giudicare compulsivamente e la volontà di non nutrirla, è regalare il nostro tempo e coltivare la pazienza, è la possibilità di aprire il cuore quando desideriamo chiuderci ed imparare ad aprire la mano per lasciare andare quello che più vogliamo trattenere. Generosità significa anche imparare a prenderci cura di noi.

 

È coltivando ogni giorno nel cuore questo tipo di qualità che capiremo che la sola ragione della nostra esistenza non è ciò che avremo dalla vita, ma ciò che daremo alla vita. Siamo circondati da meravigliose occasioni per farlo e Natale è una di queste.

 

“Accorgerci delle occasioni significa esserci pienamente. Ecco il motivo per cui non è importante la grandezza del dono che facciamo ma quanto entriamo intimamente in contatto con l’altro: poiché è un segno d’amore, un segno di riconoscimento, un’espressione del desiderio di donare felicità.” (Corrado Pensa)

 

A tutti voi auguro un Natale di generosità e connessione nel cuore!

Valentina Giordano

Mindfulness & MBSR Teacher del Center for Mindfulness della University of Massachusetts Medical School, Valentina pratica e insegna con entusiasmo rivolgendosi ad adulti, bambini, adolescenti, scuole e aziende. Da questa passione nasce il suo progetto di mindfulness www.goasariver.com.

No Comments

Post a Comment