FERMARSI - Go as a river
Fermatevi e concedetevi il tempo di riscoprire cosa è importante per voi.
fermarsi
51649
post-template-default,single,single-post,postid-51649,single-format-standard,cookies-not-set,eltd-core-1.0.3,ajax_fade,page_not_loaded,boxed,borderland-ver-1.17, vertical_menu_with_scroll,smooth_scroll,,grid_1300,wpb-js-composer js-comp-ver-5.6,vc_responsive

FERMARSI

Fermarsi

e contare ogni suono.

Fermarsi

e vedere ogni pietra.

Fermarsi

e lasciar entrare il vento.

Fermarsi

e non dover essere qualcuno.

 

 

~ Peter Rosengarden

 

 

Buongiorno Amici Mindful!

 

Nelle ultime settimane sono terminati tutti i programmi di Mindfulness partiti in primavera, che hanno dato dei meravigliosi frutti.

 

Ho il cuore grato per i progetti realizzati quest’anno, per la vostra partecipazione e la ricchezza delle condivisioni e delle esperienze.

 

Si è concluso la scorsa settimana il Programma MBSR (il prossimo ripartirà in autunno) tra gioia, momenti di commozione e una nuova consapevolezza.

C’è un senso di coraggio e di generosità nel decidere di arrivare nelle nostre vite e nel diventare amici di noi stessi, non come vorremmo essere, ma esattamente così come siamo.

È quel coraggio che ci spinge a presentarci ad un programma MBSR e, non importa quale sia la spinta, spesso scopriamo cosa ci chiama veramente a partecipare solo durante il percorso.. o molto dopo.

 

Anche i corsi per bambini sono terminati (in autunno ripartiranno tante belle novità anche per i più piccoli) e, che abbiate figli o no, invito anche voi grandi a svolgere i compitini per le vacanze:

– tre lunghi respiri al giorno, facendo le bolle di sapone

– notare qualcosa per cui meravigliarsi ogni giorno.

 

Con questo senso di pienezza e di gioia che mi riempie il cuore, ho deciso di fermarmi per una lunga pausa.

 

Anche nel coltivare le nostre passioni si può correre talvolta il rischio di entrare nella modalità del fare, perdendo la ricchezza del momento presente e il senso di ciò che vogliamo davvero trasmettere, e allora concedersi una pausa per fermarsi e praticare il non fare diventa un atto d’amore radicale, per sé stessi e per la propria pratica.

 

La pausa è sempre una scelta. La scelta di non essere trasportati dall’abitudine, ma di vivere le nostre vite momento per momento, con freschezza e curiosità.

 

Qualunque sia il ritmo delle vostre giornate, fermatevi. Concedetevi una pausa.

E prendetevi il tempo di riscoprire cosa è importante per voi. Connettetevi con voi stessi, con ciò che amate, con quanto è vero per il vostro cuore.

 

Fermatevi ogni volta che sentite di non avere il tempo di fermarvi, perché quello è il momento in cui ne avrete più bisogno.

 

Fermatevi quando siete in dubbio. Ascoltatevi, tornate all’intenzione che vi guida, e scegliete la vostra strada. E se non sapete qual è, concedetevi di non avere tutte le risposte.

 

Fermatevi, ogni tanto, e sperimentate la leggerezza di non dover essere qualcuno.

 

Buona estate e buona pratica!

Valentina Giordano

Mindfulness & MBSR Teacher del Center for Mindfulness della University of Massachusetts Medical School, Valentina pratica e insegna con entusiasmo rivolgendosi ad adulti, bambini, adolescenti, scuole e aziende. Da questa passione nasce il suo progetto di mindfulness www.goasariver.com.

No Comments

Post a Comment