IL CORAGGIO DI ANDARE CONTROCORRENTE - Go as a river
Quello che ho imparato quando nella vita mi sono persa per davvero, è che in tutte le deviazioni c’è sempre una sorpresa che può insegnarci qualcosa.
controcorrente
51956
post-template-default,single,single-post,postid-51956,single-format-standard,cookies-not-set,eltd-core-1.0.3,ajax_fade,page_not_loaded,boxed,borderland-ver-1.17, vertical_menu_with_scroll,smooth_scroll,,grid_1300,wpb-js-composer js-comp-ver-5.6,vc_responsive

IL CORAGGIO DI ANDARE CONTROCORRENTE

Per arrivare alla fonte bisogna nuotare controcorrente.

~ Stanisław Jerzy Lec

 

 

 

Ci sono attività che ognuno di noi ama svolgere, perché ci scaldano il cuore e aiutano a creare immediatamente uno stato mentale positivo.

 

A me, ad esempio, piace preparare lo zaino prima di un lungo viaggio. Fermarmi e sentire la pienezza di una nuova possibilità, provare entusiasmo, pensare che esistano altri mondi possibili, ricordarmi quanto è bello sentirsi a casa ovunque, quando mente e cuore sono raccolti, in pace.

 

Ho appena finito di preparare lo zaino per il mio prossimo viaggio, così ho pensato di scrivervi qualche riga per salutarvi. E mentre cercavo le parole migliori per auguravi di trascorrere le prossime feste con un cuore aperto e accogliente e una mente spaziosa, è successo che come sempre la vita ci offre i migliori spunti e allora vi saluterò raccontandovi un aneddoto.

 

Cercavo un libro da portare con me e ho iniziato a curiosare tra i miei preferiti. È come se mi aiutasse a procedere con più sicurezza per le strade del mondo avere con me qualche lettura che mi ricordi la possibilità di risvegliarmi alla vita, momento per momento.

 

Finisce sempre così: un’operazione da cinque minuti si trasforma in un’ora di perdizione. Hai voglia ad osservare il mind wandering, certe volte ci si perde completamente! Quello che ho imparato, però, quando nella vita mi sono persa per davvero, è che non si tratta mai di bloccarsi o di andare totalmente fuori strada, ma piuttosto di procedere a zig-zag, di compiere piccoli avvitamenti su noi stessi che ci fanno andare un passettino avanti e uno indietro, ma che il cammino, la direzione non si perde mai. E che in tutte le deviazioni c’è sempre una sorpresa che può insegnarci qualcosa d’importante.

 

Dunque, quella che sembrava una perdita di tempo si è trasformata in un’occasione preziosa perché mi ha fatto ritrovare un messaggio essenziale in uno dei libri che amo di più, Dare il cuore a ciò che conta.

 

Porterò questo messaggio con me per tutto il viaggio e lo condivido con l’augurio che vi arrivi al cuore e vi sia d’aiuto per il vostro cammino personale, in questa fine d’anno e per l’anno nuovo.

 

È l’invito ad andare controcorrente: contro la corrente del vivere a caso, andando alla deriva sotto l’ipnosi ora dell’attaccamento, ora dell’avversione, ora della confusione. È l’invito ad avere il coraggio di arrivare alla fonte e coltivare l’amore per voi stessi e la sollecitudine nei confronti delle vostre vite.

 

Buone feste e buona pratica!

Valentina Giordano

Mindfulness & MBSR Teacher del Center for Mindfulness della University of Massachusetts Medical School, Valentina pratica e insegna con entusiasmo rivolgendosi ad adulti, bambini, adolescenti, scuole e aziende. Da questa passione nasce il suo progetto di mindfulness www.goasariver.com.

2 Comments
  • carlotta ducati
    Rispondi

    Ti leggo proprio mentre sto facendo lo zaino…il tuo cuore dove ti porta?
    Buone parole le tue, grazie per condividerle!

    Dicembre 20, 2016 at 8:38 am

Post a Comment